SPAZIO VOLTERRA, Via Persio Flacco 2 – VOLTERRA

Martedì 27 novembre 2018 ore 10:00

Un incontro pubblico per presentare al territorio e alla stampa Sogni e bisogni il progetto vincitore del Bando Adolescenza per fronteggiare la povertà educativa e culturale.

Un incontro per presentare il progetto Sogni e bisogni, vincitore del Bando Adolescenza di Con i bambini, nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, promosso da ACRI e sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra con Carte Blanche responsabile della progettazione e capofila di una rete di 31 partner, è in programma martedì 27 novembre allo Spazio Volterra. Recentemente inaugurato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra, il centro culturale-espositivo è stato pensato anche come luogo di ritrovo e creazione di una “comunità” oltre che di cultura, cosa che -per certi versi- lo accomuna anche allo spirito del progetto che sarà illustrato.

Un progetto molto importante, perché, in una grande rete di partenariato, vede attive in prima linea, accanto a una serie di attivissime associazioni locali, le più importanti istituzioni del territorio quali i Comuni di Volterra, Pomarance, Castelnuovo V.C., Montecatini V.C., e Monteverdi M.mo e tutte le scuole secondarie di primo e secondo grado  dell’Alta Val  di Cecina, l’Azienda USL Toscana Nord Ovest e la Casa di Reclusione di Volterra.

La giornata si aprirà alle ore 10.00 con l’Ing. Augusto Mugellini, Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra, tra i primi promotori del progetto, che avrà il compito di fare gli onori di casa e i cui saluti saranno seguiti da quelli del Dott. Giorgio Righetti (Direttore Generale di ACRI-Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio Spa e Consigliere di amministrazione di Con i Bambini).

Cinzia de Felice, direttore organizzativo di Carte Blanche nonché responsabile di Sogni e bisogni,  introdurrà brevemente il progetto.

La chiusura degli interventi sarà affidata ad Armando Punzo, direttore artistico dell’Associazione Carte Blanche, che racconterà la filosofia e la metodologia su cui si fonda il progetto, richiamando lo spirito originario che ha guidato il lavoro già svolto fino ad oggi (la progettazione è cominciata a novembre 2016) e che dovrà mantenersi immutato nel triennio di durata dell’intero progetto.

All’evento,  a cui prenderanno parte anche gli altri partner di progetto,  ci saranno dei momenti dedicati ai ragazzi delle scuole che potranno ergersi protagonisti secondo i loro talenti e le loro capacità.

Seguirà la  visita al centro espositivo che inizierà con  la proiezione di  Visions, il visual project di Nico Rossi e Francesco Zollo/Vai Oltre! (l’associazione studentesca dell’IIS Carducci di Volterra, partner del progetto con innate capacità progettuali, creative  e organizzative). Un “sogno”, a cui il titolo del video si riferisce e che costituisce l’essenza che ispira Sogni e bisogni.

A seguire una visita guidata alle opere custodite nelle sale di Spazio Volterra e in chiusura di mattinata verrà offerto un buffet in terrazza, curato dagli studenti del corso Servizi per l’Enogastronomia e Accoglienza Turistica dell’ITCG Niccolini di Volterra, che avranno anche il compito di gestire l’accoglienza e i servizi della giornata.

Il progetto Sogni e Bisogni, con capofila Carte Blanche e un partenariato di 31 soggetti, è finanziato dall’impresa sociale Con i Bambini, con un importante cofinanziamento e sostegno da parte della Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra per un totale di 470 mila euro, agirà sui territori dell’ Alta Val di Cecina (comuni di Volterra, Pomarance, Montecatini Val di Cecina, Castelnuovo Val di Cecina e Monteverdi Marittimo) .

Su 860 progetti presentati per il Bando Adolescenza, orientato alla creazione di misure volte a fronteggiare il fenomeno della povertà educativa e culturale nella fascia di età 11-17su tutto il territorio nazionale, Sogni e Bisogni è stato uno degli 86 selezionati, primo per entità di finanziamenti in Toscana, dove ne sono stati selezionati solo 5.

Sogni e bisogni è un progetto che mira a contrastare la dispersione scolastica, prevenirne l’abbandono, abbattere l’isolamento sociale e culturale e arginare la povertà culturale attraverso attività orientate allo sviluppo della creatività e della progettualità e alla valorizzazione dei talenti. L’intervento è pensato con un approccio di integrazione attiva tra studenti, famiglie e educatori per una complessiva “messa a sistema” di azioni che prevedono attività sia nelle scuole che in spazi su tutto il territorio. Nella stesura della proposta, i progettisti di Carte Blanche hanno incardinato tutte le azioni previste, avendo come riferimento culturale e operativo il modello maturato in trent’anni di esperienza con la Compagnia della Fortezza che ha dimostrato come la cultura può essere un formidabile strumento per contrastare il disagio in ogni forma. A partire da questo, è stato possibile convogliare attorno al progetto tutte quelle esperienze, di cui pure il tessuto associazionistico dell’Alta val di Cecina è ricco, in grado di offrire un valore aggiunto all’idea di partenza. Si è quindi elaborata una modalità di intervento basata sul concetto di “buon maestro“: il maestro è guida, riferimento, chiunque sia in grado di insegnare qualcosa per esperienza, competenza, autorevolezza che gli vengono riconosciute. Proprio questo è stato uno degli elementi maggiormente apprezzati in fase di valutazione unitamente all’innovatività complessiva del progetto e alla capacità di creare un partenariato tanto ampio quanto “ragionato”. Per la prima volta si è riusciti a realizzare sul territorio dell’Alta Val di Cecina un partenariato con soggetti protagonisti in grado di concordare su idee e azioni che avranno luogo nell’arco del prossimo. Oltre Carte Blanche, il partenariato vede protagonisti A.S.D. Liberamente Natural, Accademia dei Riuniti, Arte in Bottega, Associazione Calcistica Giovanile Valdicecina, Associazione Culturale Distillerie, Vai Oltre!, Associazione del Cavallino di Monterufoli, Mondo Nuovo, Officina Rolandi, Pro Volterra, Welcome in Val di Cecina Onlus, Casa di Reclusione di Volterra, CSI Volterra, Comitato delle Contrade della Città di Volterra, Noi Ex del Niccolini e Santucci, Officine Papage, Panathlon Club Volterra, PIN-Servizi scientifici e didattici per l’Università di Firenze, SIAF, Spazio Libero Volterra oltre che i Comuni di Volterra, Pomarance, Castelnuovo Val di Cecina, Montecatini Val di Cecina, Monteverdi Marittimo, Azienda USL Toscana Nord Ovest, ITCG “Niccolini”, IIS “Carducci”, Istituto Comprensivo di Volterra e Istituto Comprensivo di Pomarance.

Responsabile della valutazione in itinere sarà l’ARCOLab della PIN S.C.R.L. Servizi didattici e scientifici per l’Università di Firenze.

“Il progetto è stato selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Il Fondo nasce da un’intesa tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da Acri, il Forum Nazionale del Terzo Settore e il Governo. Sostiene interventi finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori. Per attuare i programmi del Fondo, a giugno 2016 è nata l’impresa sociale Con i Bambini, organizzazione senza scopo di lucro interamente partecipata dalla Fondazione CON IL SUDwww.conibambini.org

Programma e Manifesto: